IN PORTO WITH SOREL – BEST EUROPEAN DESTINATION 2017

Ospitale, vivissima e colorata… scopriamola insieme!

Hospitable, lively and colorful… let’s discover the city together!

 

ITA: Porto è una città che voglio vedere da diverso tempo, affascinata da tutti gli scatti che ho visto in giro per il web. Arroccata sul fianco dell’imponente collina che si affaccia sul fiume Douro si divide in  due parti principali: quella alta e quella bassa. E’ davvero affascinante e vivace, questo le ha permesso di  diventare rapidamente una delle mete turistiche più apprezzate dell’Europa occidentale. Il suo patrimonio storico-culturale è vastissimo e offre interessanti attrazioni turistiche oltre che un’animata vita notturna. La sua morfologia è un insieme di ripidi e stretti vicoli tutti da vivere e da scoprire che la rendono unica esaltandone ancor di più la bellezza.
Miei alleati durante questo viaggio sono stati gli stivaletti Sorel che mi hanno accompagnato anche nelle giornate di pioggia, permettendomi di godermi la città in totale comodità!


ENG: I’ve been wanting to visit Porto for a long time, fascinated by all the pictures I saw around the web. Entrenched upon the side of a huge hill facing the Douro river the city divides in two main parts: the high side and the lower one. It’s quite seducing and lively, and this is the reason why she quickly became one of the most popular destinations of the West Europe. Her historical and cultural heritage  is very big, offering interesting tourist attractions and animated night life. Her morfology is a collection of sloping and narrow undiscovered streets which make the city unique, enhancing his beauty even more.
My partners during this travel have been the Sorel boots, together with me even in the rainy days, letting me enjoy the city while being comfy!


ITA: Una delle prime cose che abbiamo visto è l’imponente ponte Dom Luis I, che collega le due sponde della città.  L’impalcato superiore è utilizzato per il passaggio della metropolitana di Porto, mentre in quello inferiore si trova la strada che collega le due sponde. La vista mentre lo si attraversa è davvero meravigliosa.


ENG: One of the first things we have seen is the huge Dom Luis I bridge, connecting the two banks of the city. The superior deck is used for the Porto’s subway, the lower one is for cars and pedestrians. The view you can get crossing it it’s  really awesome.

ITA: Igreja do Carmo e Igreja dos Carmelitas sono due tra le più belle chiese della città, costruite in stile tardo barocco sono caratterizzate dalle tipiche Azulejos, le ceramiche portoghesi, che le rendono del tutto particolari. Una caratteristica divertente? Sono separate da una delle casette più strette al mondo (solo 1 metro) creata affinchè le due strutture non condividessero un muro in comune, evitando così ogni tipo di contatto che le suore e i monaci che frequentavano le rispettive chiese.


ENG: Igreja do Carmo e Igreja dos Carmelitas are two of the most beautiful churches of the city, built in late baroque style and characterised by the typical Azulejos, the portoguese tiles, making them quite particular. Funny fact? The two churches are separated by a very narrow (1m wide) house that was built so that the two churches would not share a common wall and to prevent any relations between the nuns of Igreja dos Carmelitas and the monks of Igreja do Carmo.

ITA: Addentrandosi nelle intricate stradine si capita davanti alla facciata di Steak N Shake, un locale in stile americano che è diventato un simbolo della città grazie al muro ricoperto di ceramiche dell’artista Joana Vasconcelos… una rivisitazione moderna dello stile antico che predomina a Porto.


ENG: Going into the winding streets you can happen to see the wall of Steak N Shake, an american diner restaurant which became a symbol of the city thanks to the facade, which is  made by tiles of the artist Joana Vasconcelos… a modern re-telling of the ancient style prevailing in the city.

 

ITA: Per pranzo è d’obbligo fermarsi da De Dgema, accogliente hamburgeria che vi conquisterà con il suo simpatico  arredamento e per la vastissima scelta ad un prezzo più che conveniente.
E poi vogliamo parlare di quei lampadari? Non capita tutti i giorni di mangiare con un tenero mostriciattolo che ti guarda!


ENG: For lunch you have to stop at De Dgema, cozy hamburger restaurant that will conquer you with the funny furnishment and for the wide choice and the really  convenient price.
Do we want to talk about those chandeliers? It’s not everyday that you can eat with a cute monster watching you!

ITA: La chiesa di Sant’Ildefonso è posizionata nella parte centrale di Porto, svetta imponente in cima ad una ripida scalinata. La magnifica facciata, adornata dalle classiche ceramiche, ritrae scene di vita del santo.


ENG: The church of Saint Ildefonso is located in the central part of Porto, strongly towering at the top of a narrow staircase. The beaytiful facade, decorated by the classic tiles, shows slices of life of the Saint.

ITA: Non accade spesso di trovarsi di fronte a delle stazioni ferroviarie così belle come quella di Sao Bento, un vero e proprio gioiello di storia e di architettura, dove sembra che il tempo si sia fermato. Rimarrete di certo affascinati dall’ingresso ampio e sontuoso e ancor di più dal soffitto architetturalmente strepitoso.


ENG: It’s not everyday that you can find yourself in front of such beautiful railway stations like the Sao Bento one, which is actually a jewel of history and architecture, and where the sense of time has been suspended. You will be astonished by the wide and elegant entry and even more by the gorgeous floors.

ITA: Sé Do Porto, ovvero la Cattedrale della città. All’interno si possono ammirare l’altare maggiore, di epoca barocca, e l’altare della cappella del Santissimo Sacramento, preziosa opera di oreficeria. Sul lato sud del tempio si apre l’elegante chiostro gotico, con splendidi azulejos portoghesi del XVIII secolo. E’ possibile salire nella parte superiore, per godere di una vista ancora migliore.


ENG: Sé Do Porto, the Cathedral of the city. It has undergone various alterations over the centuries, the most important additions being the Gothic rose window and cloister and the 18th century high altar retable and the rococo doorway. On the south side there’s an elegant cloister, with beautiful portoguese azulejos from XVIII century. It is possible to go up on the top, to enjoy a better view.

ITA: Finalmente l’oceano! Questa suggestiva chiesetta è posizionata in modo unico, le onde si abbattono sugli scogli che la circondano, rendendo l’immagine decisamente pittoresca. Siamo alla Cappella Miramar, e qui sono stata investita da diversi litri d’acqua… il tutto per portarmi a casa un bellissimo scatto <3


ENG: Finally the ocean! This suggestive church is located in a unique way, the waves hit the rocks surrounding it, making the image quite pictoresque. We are at the Miramar Chapel, and here I soaked in several liters of water… just to take an amazing picture <3

69 Responses

Leave a Reply to Olga Cancel reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *