EXPLORING FINLAND – PART 3

La parte conclusiva della mia fantastica esperienza in Finlandia!

Ed eccoci all’ultima parte del racconto del nostro viaggio in Finlandia, quella conclusiva.
Dopo la divertente esperienza in fattoria siamo partiti verso la nostra prossima destinazione, la città di Pori, un grosso e movimentato centro dove abbiamo subito incontrato Maria, il nostro contatto locale, che ci ha accompagnati per un breve tour, dandoci un assaggio del posto.
Ci siamo poi sistemati nel nostro B&B, il Tuorsniemi Spirit, una antica casa arredata in maniera vintage e molto molto curata. dove ogni pezzo parlava di storia e di arte.
Eccoci quindi pronti per la prima delle attività previste dal nostro programma: Surf nella spiaggia di Yyteri, una delle più famose in Europa. Abbiamo indossato la nostra muta (la giornata è stata piuttosto freddina e ventilata) e via, per la nostra prima volta su una tavola… è stato eccitante e ho provato una fantastica sensazione di libertà, così lontana da casa nell’infinito del mare.
Per cena siamo andati in un elegante ristorante di pesce situato praticamente sul mare. La vista unica e meravigliosa ha fatto da cornice ad un pasto di altissimo livello.
La mattinata seguente è stata dedicata ad un’altra attività acquatica: Kayak sul fiume Kokemaenjoki insieme a Davide, ragazzo italo-finlandese campione di velocità in Kayak che ci ha guidato alla scoperta dei mille corsi d’acqua e delle insenature nascoste, per poi sorprenderci con un barbecue improvvisato attorno al fuoco, chiacchierando del più e del meno.
Abbiamo poi passato il resto della giornata al Pori Jazz Festival, una kermesse musicale di grandissima importanza, che richiama ogni anno migliaia e migliaia di persone da tutta la Finlandia e non solo. Siamo stati piacevolmente sorpresi dalla sua vastità e dalla qualità: tantissimi palchi giganti pronti per accogliere artisti locali e non, un’organizzazione capillare ed efficiente, numerosi punti ristoro e moltissime attività proposte.
Ultima tappa del nostro  viaggio in Finlandia è stata Rauma, patrimonio Unesco, antica e tradizionale cittadina interamente costruita in legno, l’unica a non essere bruciata, e quindi una delle meglio conservate. Jaana, la nostra guida, ci ha accompagnati per un giro turistico, facendoci assistere, tra le altre cose, ad una dimostrazione di realizzazione del pizzo, attività tipica, forte di una storica  tradizione. Anche io ho provato a cimentarmi e vi posso assicurare che la semplice realizzazione di un centrino richiede tecnica, abilità e molta esperienza.
Nel pomeriggio siamo partiti alla volta di Kylmapihjala, isoletta a 10 km dalla costa, in mare aperto, circondata da scogli, carezzata da una piacevole brezza. Abbiamo trascorso la serata e la notte, pernottando nella Aava Suite in cima al faro, la vista di cui abbiamo potuto godere è stata impagabile, così come la sauna che ci è stata riservata, una deliziosa casetta in legno situata sulla scogliera, a due metri dal mare… il modo perfetto per coronare la fine di una viaggio da sogno.
Siamo quindi giunti alla fine del racconto di questa straordinaria esperienza, che mi lascia nel cuore tantissimi fantastici ricordi. Cosa porterò per sempre con me della Finlandia? Le persone, il loro grande cuore, la loro gentilezza e la loro disponibilità.

IMG_0956 IMG_0957 IMG_0958IMG_0960 IMG_0959 IMG_0961 IMG_1006 IMG_1064 IMG_1081 IMG_1156 IMG_1200 IMG_1201 IMG_1214

11 Responses

What do you think?

Your email address will not be published. Required fields are marked *