A CONVERSATION ABOUT LUXURY IN GLION

Glion, 55 anni di eccellenza.

Glion, 55 years of excellence.

 

Per due giorni mi sono immersa nella pace di Montreux, una tranquilla cittadina sulle rive del lago di Ginevra, nella parte più alta della quale è situato il Glion Institute of Higher Education, scuola che, sin dal 1962, si occupa di formazione nel settore manageriale degli hotel, con standard di insegnamento e di qualità molto elevati nel training dello staff.
Ho avuto modo di visitare le strutture, che oltre a rispondere a esigenze pratiche molto specifiche, sono eleganti e di buon gusto: gli studenti apprendono qui  le basi del mestiere sperimentando e facendo pratica, dallo studio delle materie alla gestione di un ristorante.
Siamo stati accolti proprio nel ristorante della scuola, per un pranzo speciale organizzato, gestito e preparato dagli studenti stessi…un’esperienza formativa e molto divertente.


For two days I’ve experienced the peace of Montreux, a quiet little town on the banks of the Lake of Geneva. The Glion Institute of Higher Education, since 1962 setting high standards for academic quality as a Swiss hotel management  school, is located in his highest part and earned  an excellent reputation among hospitality managers worldwide.
I had the pleasure to tour the facilities, that really meet practical needs, also being elegant and classy: the student learn the basis of the job here, experiencing and practising , from the theory to running a restaurant.
We’ve been welcomed  right in the school’s restaurant for a special lunch organized, managed and served by the students… an educational and funny experience.

 

 

Ma a Glion si è anche parlato di temi interessanti relativi al settore del lusso,questo in occasione della Experiential Luxury Conference. Esponenti e leader dei più importanti brand hanno dato il loro punto di vista , condividendolo con il pubblico e toccando gli argomenti più svariati, dalle nuove opportunità nel  mondo digitale dei millennials, all’obiettivo di  fornire ai clienti non più solo servizi, ma vere e proprie esperienze.
Tra gli ospiti Moncler, Four Seasons, Mandarin Oriental, etc. e tra i talk che ho ritenuto più interessanti spicca quello relativo allo storytelling e a come offrire agli ospiti qualcosa di nuovo, di inaspettato: in poche parole di come farli sognare. Nelle parole di Mr Sayess, Four Seasons” E’ importante dare alle persone il feeling del luogo. Non è necessario essere ovunque, ma  è importante che, una volta lasciata la destinazione, si parli delle emozioni provate, in hotel o in negozio.”
Per restare inoltre rilevanti con i clienti più giovani è fondamentale capire i nuovi scenari dei millennials, come ha fatto Peter g. Rebeiz, CEO di Caviar House and Prunier, che ha condiviso un interessante aneddoto riguardante il suo giovane figlio, che ha sviluppato una passione per il caviale dopo aver invitato alcuni amici per una cena a base di “flatbread” pizza con l’aggiunta del pregiato ingrediente… vecchio e nuovo si incontrano e si mixano.


But in Glion  there’s also been a lot of talk about interesting issues related to the luxury market during the Experiential Luxury Conference. Members and leaders of the most important brands gave their point of view, sharing it with the audience, having conversations on several subjects, from the opportunities and shortcomings in the digital world of millennials to the challenges of seducing clients with not just services but real experiences.
Among the guests Moncler, Four Seasons, Mandarin Oriental etc. and among my favourite talks the coolest one was related to storytelling and how to offer to guests something new, something unexpected: how to make them dream.   Mr. Sayess said, “It’s important to give the customer a sense of place. You don’t need to be everywhere. What’s important is that when you leave a destination, you talk about that sensation you felt, whether it was in a hotel or in a store.”
To stay relevant with younger clients, it is crucial that luxury brands understand the contexts and values of these new generations. Mr. Peter G. Rebeiz, Chairman and CEO of Caviar House & Prunier, shared an entertaining and illuminating anecdote involving his teenage son, who developed a passion for caviar after inviting friends over to make flatbread “pizzas” with the luxury food… old and new are meeting and mixing.

Glion è stata la prima scuola d’istruzione universitaria in Hospitality Management a offrire un corso di specializzazione in Luxury Brand Management per rispondere al meglio alla domanda crescente dei professionisti del Lusso. Il settore Lusso, fatti, è estremamente dinamico e alla continua ricerca di profili ben specifici per rispondere alle nuove sfide in termini di customer experience. Un numero sempre maggiore di laureati provenienti dall’hospitality, vengono assunti in realtà del settore Lusso per loro sviluppate soft skills, la loro conoscenza delle esigenze della clientela di alta gamma, la loro capacità di adattamento ai diversi ambienti culturali e linguistici e l’attenzione particolare che sanno dare ai dettagli e all’estetica.


Glion was the first university school about Hospitality Management, offering also a specialization in Luxury Brand Management, to better meet the needs of the Luxury market. This is an extremely dynamic field, always looking for specific profiles, for the new customer experience challenges. An increasing number of graduates from the hospitality world are being  hired in the Luxury business for their soft skills, the understanding of the needs of high profiled clients, their adaptability to different cultural and linguistical environments and the attention to details and aesthetic.

12 Responses

What do you think?

Your email address will not be published. Required fields are marked *