48 HOURS IN BOSTON

Art, culture and education.
Arte, cultura e istruzione.

 

ITA: Quando sono arrivata a Boston ho avuto subito una sensazione molto positiva … è bastato poco per innamorarmi di questa splendida città! Con la sua storia, i tanti quartieri, l’arte, la cultura e l’istruzione di cui è permeata (vicino a Boston ci sono Harvard e il MIT), offre davvero qualcosa per tutti.
La nostra permanenza è stata molto rapida, due giorni e via, che comunque sono sufficienti per vedere le cose principali.
Abbiamo alloggiato al Battery Wharf Hotel, parte della catena dei Leading Hotels Of The World: i servizi e l’offerta sono di altissimo livello, la nostra stanza era molto spaziosa e luminosa… la vista unica e fantastica! La struttura è posizionata di fronte al vecchio porto di Boston, una zona immersa nella pace più totale… la scelta perfetta se state cercando un’oasi di tranquillità a poca distanza dal centro cittadino.


ENG: When I arrived in Boston I immediately had a very positive feeling about it…  it wasn’t long before I fell in love with this gorgeous city! With her history, the diverse neighboors, art, culture and education (near Boston you can find Harvard and the MIT), she has something for everyone.
Our time here has been quick, two days only, that are anyway enough to see the most important things.
We stayed at the Battery Wharf Hotelwhich is part of the Leading Hotels Of The World: the services and the offer are both top level, our room was very big and bright… the view  unique and fantastic! The building is located along the historic Boston Harbor, a very peaceful area… the perfect choice if you are looking for a retreat which is not far from the city center.

 

•••••••••••••••

 

 

ITA: Imperdibile in città è sicuramente la vista dallo Skywalk Observatory, posto al 52° piano del Prudential Center. Una volta in cima, oltre al panorama, potrete divertirvi con un gioco multimediale che testerà la vostra conoscenza in fatto di cultura generale americana e dare un’occhiata al Museo Dreams of Freedom, che celebra il ruolo fondamentale dell’immigrazione nel rendere Boston ciò che è oggi.


ENG: Something you can not  miss is the view from the Skywalk Observatory, at the 52° floor of the Prudential Center. As soon as you reach the top you can also have fun with a multimedia game that will test out your knowledge of american culture and also visit the Dreams of Freedom Museum, celebrating the important role that immigration has played in shaping this unique city.

 

•••••••••••••••

 

 

ITA:  Ci spostiamo adesso nel quartiere di Fenway/Kenmore, zona universitaria frequentata da molti studenti, le cui strade pullulano di energia e piccoli localini dove i tifosi dei Red Sox si radunano.
Proprio qui potete trovare l’Isabella Gardner Museum. Il museo è un tributo a Isabella Stewart Gardner, una delle donne più conosciute nella società di Boston del XX secolo. Filantropa, collezionista e patrona delle arti, la Gardner fondò il museo nel 1903, il progetto fu ispirato dagli sfarzosi palazzi di Venezia del XV secolo.
L’ingresso è a pagamento, costa 15$… ma è gratuito per tutte coloro che si chiamano Isabella!
Potete anche sedervi al Café G e assaggiare i piatti di ricette storiche create da Gardner… il modo ideale per concludere la visita.


ENG: We’re moving now into the Fenway/Kenmore district, university area  where many students come. The streets are filled with energy and little clubs where the Red Sox fans gather.
Right here you can find the Isabella Gardner Museum. That’s a tribute to Isabella Stewart Gardner, on of the most known women in the Boston society of XX century. Philantrophist, collector and patron of arts, she founded the Museum in 1903, the project was inspired by the luxurious buildings of Venice in XV century.
You need to pay the ticket to get into, which is 15$… but it’s free for all women named Isabella!
You can also sit at the G Cafè and taste the historical recipes created by Gardner… ideal way to end your visit.

 

••••••••••••••

 

 

ITA: Un’altra zona da esplorare è di certo Fan Pier, la passeggiata marina che rivela una meravigliosa vista sulla città e i suoi grattacieli. Si tratta dell’area portuale moderna, che negli ultimi dieci anni ha  avuto una fortissima crescita ed è stata rivalutata e trasformata in un quartiere moderno e pulsante: qui infatti  potete trovare i locali e le catene più commerciali, come ad esempio Starbucks.
Basta spostarsi di poco a piedi e da qui potete raggiungere downtown, il centro di Boston: vi sembrerà di essere catapultati nella vera america, quella con traffico, palazzi altissimi, tombini fumanti e bandiere… il tutto in un raggio di pochi chilometri.


ENG: Another area you have to explore is for sure Fan Pier,  the sea- walk that gives you the chance to have a beautiful view over the city and the skyscrapers. That’s the Boston’s Seaport District , that in the last 10 years has been transformed into a modern neighborhood, with glass towers and futuristic cultural and event venues: here you can find the more commercial shops and companies, such as Starbucks.
Moving a little bit by foot you can reach downtown, the heart of Boston: it’s like being projected in the real America, the one with traffic, incredibly high buildings, drain covers and flags… all in a few chilometres.

 

••••••••••••••

 

 

 

ITA: L’esperienza in più da fare a Boston? Assistere ad una partita dell’NBA. Noi abbiamo avuto la fortuna di vedere Boston Celtics – Raptors, combattuta fino all’ultimo, e vi posso garantire che è stata una serata unica e indimenticabile. Lo Sport in america è un divertimento, una grande festa oltre che un meraviglioso show, quindi se ne avete l’occasione vi consiglio di procurarvi dei biglietti.


ENG: Something you have to do in Boston? Go watch a NBA Game. We had the luck to see Boston Celtics – Raptors, which was very exciting, and I can grant that has been a special and unforgettable night. Sport in USA is funny, a big party, a wonderful show, so if you have the chance try to get some tickets.

44 Responses

What do you think?

Your email address will not be published. Required fields are marked *